lunedì 10 ottobre 2016

Schiacciata con l'uva

   Oggi, ho voluto provare una ricetta tipica della Toscana: la schiacciata con l'uva. E un pan dolce arricchito con dell'uva canaiola, zucchero e olio .
Questo tipo di schiacciata ha origini molto antiche e veniva preparata dai contadini solo in questo periodo del anno .
E un dolce semplice e abbastanza veloce da preparare, la sua morbidezza, l'aroma e il profumo intenso la rendano perfetta per una merenda insieme ai amici oppure per un spuntino a metà mattinata.

 
 
 
 
 
Per il ripieno:
600 gr uva canaiola oppure uva nera
40 gr zucchero di canna
40 gr olio di oliva


 
Per l'impasto:
400 gr farina
220 gr aqua tiepida
40 gr zucchero di canna
20 gr miele
20 gr olio di oliva
16 gr lievito di birra

-sciogliete il lievito in metà dell'acqua
-mettete la farina ,il sale ,lo zucchero ,il miele e l'olio nella planetaria e impastate usando il gancio ,aggiungendo a poco a poco l'aqua e il lievito
-quando l'impasto e pronto raccoglietelo formando una palla e lasciatelo lievitare almeno 60 minuti ,poi dividete a metà l'impasto e con le mani unte stendete una meta nella teglia precedentemente oliata
-cospargete sopra metà dell'uva e  spolverizzate con metta dello zucchero e un filo d'olio ,ricoprire tutto con l'altra metà del impasto schiacciando bene i latti per sigillarli
-mettiamo l'rimanente del uva cospargiamo con lo zucchero e un filo d'olio
-infornate  a 180°C per circa 40 minuti o fino a che la schiacciata diventa bella dorata





 
 
 


 
 

giovedì 6 ottobre 2016

Treccia con nocci e papavero

     Le giornate più corte e fresche, i campi con le loro sfumature, gli alberi spogli e un'infinità di foglie dai colori caldi sospinte dal vento ci regalano paesaggi da favola che ci fanno sognare.
Tutto questo condito dal arrivo delle castagne, uva, fichi, noci che oltre al loro sapore gustate al naturale ci offrono la possibilità di poterle inserire nelle nostre cucine e sperimentare sfiziose ricette, dalle più tradizionale alle più fantasiose.  
Oggi, dopo due giorni di raffreddore e mal di testa (la sinusite si è già fatta sentire) ho voluto provare una vecchia  ricetta di Treccia con noci e papavero che è squisita con il tè ,ma anche con il caffè. È una ricetta facile,con pochi ingredienti al tempo stesso delicata, morbida e saporita.



Per l'impasto
300 gr farina 00
20 gr lievito di birra
80 gr latte tiepido
50 gr burro
1 uovo
un pizzico di sale
20 gr zucchero semolato
la scorza grattugiata di un limone

-mettiamo la farina con il burro e il sale nella planetaria ,impastiamo con il gancio fino ad ottenere un impasto sbriciolato
-prendiamo una parte del latte tiepido e sciogliamo dentro il lievito
-uniamo al composto il latte con il lievito, l'uovo, lo zucchero e la scorza di limone continuando a impastare fino ad ottenere un impasto soffice ed elastico
-lasciamo l'impasto a riposare in un luogo caldo coperto con della pellicola per almeno un ora
-trascorso il tempo di riposo prendiamo l'impasto e lo dividiamo a metà
-prendiamo una metà, la stendiamo su un piano infarinato e spalmiamo con metà del ripieno
-arrotoliamo strettamente l'impasto chiudendo bene i bordi
-procediamo allo steso modo con l'altra metà del impasto
-prendiamo i due rotoli , li intrecciamo e li adagiamo sulla teglia ;copriamo con un canovaccio e lasciamo lievitare per altri 30 minuti
-infornare a 160° per 35 -40 minuti
 
Per il ripieno
200 gr noci macinate
20 gr cacao
80 gr zucchero semolato
60 gr papavero
un pizzico di cannella
20 gr latte